12 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

A Cinisello contagi record ma la Lega protresta contro le restrizioni

La Lega di Cinisello Balsamo lancia la raccolta firme, con tanto di gazebo per le strade cittadine e inevitabili assembramenti, contro il governo Conte, definito dagli esponenti locali del Carroccio una “dittatura”. Le accuse leghiste si concentrano sulle restrizioni dei Dpcm per l’emergenza sanitaria che metterebbero in ginocchio commercianti e imprese e negherebbero il diritto al Natale. Rivendicazioni che nascono nella città che ha fatto registrare +22% di morti nel 2020 (e all’appello mancano i numeri di ottobre e novembre) rispetto alla media degli anni precedenti e che si piazza al secondo posto per numero di contagi nell’intera provincia di Milano.

I leghisti affermano che “quando chi prende le decisioni è chiuso in un palazzo, totalmente staccato dalla realtà dei territori, non ne può uscire nulla di buono”. Ma sembra che ignorino la grave situazione cinisellese. Sull’argomento è subito scontro col Partito Democratico cittadino. “Basterebbe ricordare – si legge in una nota dei dem – i comizi di Matteo Salvini senza mascherina o i suoi incontri con gruppi di negazionisti, oppure la totale incapacità di gestire questa seconda ondata, dopo aver già fallito miseramente con la prima, unita allo smantellamento della medicina territoriale e al fallimento della campagna vaccinale frutto dei vertici regionali leghisti per chiudere la discussione e derubricare il tutto a propaganda elettorale”. “Ma ciò che grida vergogna – continua il comunicato – è che queste dichiarazioni della Lega avvengano proprio a Cinisello Balsamo, città che ha pagato a caro prezzo l’epidemia in corso, più di tanti altri comuni limitrofi”.

I dati ufficiali pubblicati sul sito di Regione Lombardia indicano che, con quasi 4800 contagi da febbraio, pari al 6,3% dei residenti, Cinisello è al secondo posto nel milanese sia per numero di contagi che per incidenza sul totale della popolazione. I dem cinisellesi fanno notare che i dati pubblicati da ISTAT lo scorso 3 dicembre, relativi al numero di deceduti, consentono di confrontare la media dei decessi negli anni 2015-2019 con il 2020 per il periodo gennaio-settembre. Il risultato per Cinisello Balsamo mostra una vera e propria strage, con aumento del 22,3% sul totale della popolazione (+122 decessi), che diventa addirittura il 40,4% tra gli over 85. Tutto questo senza contare ancora i mesi di ottobre e novembre. “Numeri così allarmanti imporrebbero quanto meno maggiore “sobrietà” rispetto a come si critica i propri avversari ma in questo la Lega si mostra senza alcuna vergogna”, dicono i dem.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Non riescono a pagare le bollette, “il comune li lascia senza luce”

Articolo successivo

Interventi sulle strade da 2 milioni grazie ai fondi regionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.