27 Maggio 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

Marco Tremolada nuovo segretario del PD di Sesto

Marco Tremolada domenica 8 novembre è stato eletto segretario dell’Unione cittadina del Pd di Sesto San Giovanni con 93 voti mentre all’altro candidato, Michele Segoloni ne ha ottenuti 89. E’ il risultato di un congresso senza precedenti, svolto tutto in videoconferenze dato il periodo di pandemia, ma che ha avuto uno straordinario livello di partecipazione. I tre Circoli, Levi, Torretta Piccardi, Berlinguer, hanno organizzato serate di confronto tra i due candidati, sabato 7 Tremolada e Segoloni hanno risposto alle domande della giornalista Laura Lana e la mattina della domenica 8 si è svolto il dibattito. Nel pomeriggio la votazione via mail o via sms. Centinaia di persone si sono collegate per partecipare alle diverse fasi della discussione e al Congresso hanno preso la parola per un saluto il sindaco di Sesto Roberto Di Stefano e i rappresentanti di diverse forze politiche cittadine. Tremolada è ingegnere, con una esperienza politica consolidata nonostante la giovane età, è stato capogruppo in Consiglio comunale nella precedente consiliatura, è dirigente di una società sportiva. Anche Segoloni è ingegnere, iscritto al Pd da meno di tre anni, attivo nei Comitati genitori delle scuole dove studiano i suoi figli e molto presente sui social. Un congresso ed una elezione a lungo attese, dato che era ormai un anno e mezzo che il precedente
segretario Nicola Lombardo aveva rassegnato le dimissioni. Alla fine si sono presentati al giudizio degli iscritti due candidati, anche questa una novità per il Pd sestese. Sicuramente il confronto ha arricchito il dibattito ed ha sollecitato la partecipazione di iscritti e di simpatizzanti, oltre che di altre forze politiche. La prova è stata superata positivamente e ci dice che anche in epoca di covid e di isolamento è ormai possibile fare politica, se ci sono le idee e le persone che hanno la generosità di mettersi in gioco. Il congresso del Pd sestese ne è la prova ed è una buona partenza nel cammino per allargare la partecipazione e l’attività del Partito anche in vista delle elezioni amministrative che si terranno tra un anno e mezzo.

Giorgio Oldrini

Articolo precedente

Mancano i medici di base, scontro in Consiglio Comunale

Articolo successivo

Scontro sul Covid a Cormano, l’opposizione abbandona l’aula. “poco spazio alle minoranze”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.