15 Agosto 2022

Il giornale di Cinisello Balsamo e Nord Milano

La lotta alle dipendenze è no-stop, riparte l’attività del GDP

Nato nel 1977 e ormai punto di riferimento nella nostra città, il Gruppo Prevenzione Dipendenze ha ripreso le proprie iniziative dopo un periodo di pausa forzata a causa del lockdown. In passato conosciuto come Gruppo Prevenzione Droga, dopo oltre quarant’anni di impegno sul campo per contrastare la tossicodipendenza e altre manifestazioni del disagio giovanile, il G.P.D. ha cambiato recentemente la propria denominazione. I volontari, però, hanno rinnovato il proprio impegno e la vocazione originaria, quella di affiancare i ragazzi e le famiglie con iniziative culturali, di prevenzione e di carattere pedagogico. 

Lo scorso 24 settembre sono ripartite le attività presso Il Pertini con una serata di riflessione e di dibattito dal titolo “Autonomie e dipendenze… Vorremmo saperne di più”. L’incontro, moderato dallo psicologo Fabrizio Fantoni, ha visto la partecipazione di alcuni attori della Compagnia del Borgo, diverse giocatrici della squadra di pallavolo dell’Oratorio San Domenico Savio e Alberto Galli, segretario dei Giovani Democratici del Nordmilano. Ognuno di loro, a partire dalla propria esperienza artistica, sportiva e politica, ha presentato il proprio racconto. Significative sono state le loro considerazioni, che hanno fatto emergere come anche le più giovani generazioni abbiano già maturato la sensibilità per riflettere sul proprio vissuto e sul proprio operato. 

La serata ha rappresentato un momento di confronto molto stimolante e ha visto un ottimo numero di presenze in sala. I prossimi incontri del Gruppo Prevenzione Dipendenze sono stati programmati nelle date del 22 ottobre e del 12 novembre. Verranno ancora ospitati da Il Pertini e i titoli dei dibattiti saranno rispettivamente “A proposito di emozioni” e “A proposito della propria realizzazione”. Un altro anno ricco di iniziative è quello che attende, dunque, i volontari del G.P.D., che confermano il proprio desiderio di relazionarsi con i giovani per accompagnarli con attenzione nel loro cammino di crescita in una società sempre più complessa.

Redazione "La Città"

Articolo precedente

Sgomberi e telecamere alle case popolari ma dal Comune nessun nuovo progetto sociale

Articolo successivo

Pre e post-scuola ancora sospesi e mangiare in mensa costa di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.